Accedere ai servizi residenziali per disabili

Accedere ai servizi residenziali per disabili

I servizi residenziali per disabili sono rivolti a persone con handicap grave, con un livello di compromissione tale da avere forti limitazioni dell'autonomia e dell'autosufficienza, e quindi da rendere non possibile la permanenza al domicilio.

Sono strutture in grado di offrire un alto grado di protezione, assistenza, tutela e prestazioni specialistiche per la riabilitazione dell'assistito.

I servizi residenziali per disabili presenti sul territorio possono essere di due tipologie: 

  • residenza sanitaria disabili (RSD)
  • comunità socio sanitaria (CSS)

Per i servizi residenziali è prevista una quota di compartecipazione economica a carico dell’utente definita in base all’ISEE ai sensi di quanto previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 05-12-2013, n. 159 e dal Regolamento comunale ISEE.

La quantificazione dell’entità del contributo verrà definito da un progetto individualizzato integrato tra famiglia, Comune e struttura residenziale, che dovrà comprendere, oltre alla valutazione diagnostico funzionale, le prestazioni di cura erogate dalla struttura, i bisogni della persona non soddisfatti dalla struttura e la valutazione della situazione economica dell’utente ISEE

Approfondimenti

Residenza sanitaria disabili (RSD)

La residenza sanitaria disabili (RSD) è un servizio socio-sanitario dedicato a persone disabili prive di una famiglia e il cui grado di compromissione è talmente elevato da non consentire più la permanenza in un contesto familiare. Sono fornite prestazioni a elevato grado di integrazione sanitaria, di riabilitazione, di mantenimento e un supporto socio assistenziale.

Comunità socio sanitaria (CSS)

Le comunità socio sanitarie (CSS) garantiscono agli ospiti interventi socio-assistenziali, sostegno relazionale, opportunità d'integrazione sociale, diventano dimora abituale della persona offrendo al contempo interventi di tipo assistenziale, educativo, ricreativo e terapeutico personalizzati.

Il servizio è rivolto a persone in condizione di disabilità o di handicap, in età maggiorenne, che temporaneamente o permanentemente non possono più vivere in famiglia. 

Modalità di inserimento in servizi residenziali

Gli inserimenti in strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie residenziali sono gestite in forma associata con i Comuni del Distretto Oglio Ovest e seguono una procedura condivisa:

  • l’EOH dell’Asst Franciacorta (Equipè operativa handicap), il servizio specialistico titolare della presa in carico della persona, su richiesta della famiglia, segnalano al CSH (Centro servizi handicap) dell'ufficio di piano dei comuni del distretto oglio ovest e al Comune di residenza della persona, il bisogno di un servizio, corredato da tutte le informazioni e motivazioni necessarie.
  • il CSH dell'Ambito convoca un incontro tra EOH, il NSH (Nucleo Servizi Handicap) dell'Asst Franciacorta e il servizio sociale del Comune di residenza per la valutazione della richiesta di inserimento in struttura
  • al Comune compete il parere di idoneità all’inserimento
  • acquisita l’approvazione del comune di residenza, il CSH invia la richiesta di inserimento all’Ente gestore dell’Unità d’offerta individuata e si procede all’inserimento.

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Sezioni: Servizi sociali
Ultimo aggiornamento: 16/08/2021 16:25.51